Visualizzazioni totali

8E BIENNALE DE PARIS. ITALIA

8E BIENNALE DE PARIS. ITALIA
(Centro Di/Edizioni - 1973 - 84pp.)





















Catalogo degli interventi italiani all'ottava Biennale di Parigi, tenuta al Museo Nazionale d'Arte Moderna dal 14 Settembre al 21 Ottobre 1973.
Il libro, introdotto da Achille Bonito Oliva, presenta tra i contributi gli allora esordienti Area fotografati all'Altro Mondo di Rimini (Demetrio Stratos in copertina) e il film "Teoria e Pratica dell'Architettura Spontanea" di Gianni Emilio Simonetti (1971).

Arti visive: James Coleman, Claudio Costa, Antonio Dias, Giulio Paolini, Claudio Parmiggiani, Remo Salvadori.
Films: Pino Adriano, Ubaldo Bartolini, Lamberto Calzolari, Bruno Di Bello, Katharina Sieverding, Gianni Emilio Simonetti, Ernesto Tatafiore.
Audiovisivi: Ferruccio De Filippi, Gianfranco Notargiacomo, Bracci-Crivelli-Naldi, Gruppo 9999, Grupp Strum. 
Musica: Area (International Popular Group), Alvin Curran. 
Teatro: Gino De Dominicis, Vettor Pisani.

Critico corrispondente: Achille Bonito Oliva
Organizzazione e segreteria: Ente Quadriennale d'Arte, Roma
Coordinamento: Rosaria D'Angelo

Foto in bianco e nero: Giorgio Colombo, Tiziano Ortolani.

Formato 22,5x22 cm.

Elenco OPAC delle biblioteche con questo libro .

LE SANTE NULLITA'

MAURO MELLINI - LE SANTE NULLITA'
La vera alternativa: divorzio o Sacra Rota?
(La Nuova Sinistra - Edizioni Savelli - Attualità politica 6 - 1974 - 120pp.)


















Mauro Mellini, giurista e fondatore del Partito Radicale, si è a lungo occupato di divorzio e annullamento, temi spinosi per il diritto prima dell'approvazione della legge sul divorzio; ad essi ha dedicato "L'Annullamento Facile" e "Così Annulla la Sacra Rota". Le Sante Nullità, ulteriore saggio sull'argomento pubblicato da Savelli nel 1974, dimostra come la Chiesa abbia da sempre annullato i matrimoni religiosi per le ragioni più varie e risibili e che, ipocritamente, più che all'indissolubilità del sacramento religioso mirasse al mantenimento del monopolio in materia che deteneva dai tempi del Concordato. Chiude il volume una raccolta di passi da alcune delle più balzane sentenze della Sacra Rota.

Sommario:
- Prefazione (Gianfranco Spadaccia)
- Parte I. Divorzio o Sacra Rota
- Parte II. Antologia rotale

Copertina: "Davif".
Illustrazione di copertina: Giuseppe Scalarini

LA GUERRA DEL PETROLIO

GIANALDO GROSSI - LA GUERRA DEL PETROLIO
Chi manovra la nuova grande crisi?
(La Nuova Sinistra - Edizioni Savelli - Attualità politica 5 - 1974 - 132pp.)


















La Guerra del Petrolio di Gianaldo Grossi (giornalista dell'Avanti) è un saggio sulla crisi energetica del 1973-74. Grossi, che in quegli anni dedicò diverse pubblicazioni a questo tema, individuava la causa prinicipale del problema nell'alleanza tra grande capitale americano ed arabo, solo apparentemente in conflitto, entrambi interessati ad agitare false emergenze (esaurimento delle fonti, crisi internazionale, etc.) per nascondere i propri fini. 

Sommario:
- Un avvenimento atteso
- Rilancio dell'energia
- Il passaggio dei poteri ("Politica Internazionale" n. 1)
- Nazionalismo, liberazione e opportunismo  ("Mondo Operaio" n. 2, 1974)
- Le compagnie a cavallo
- L'inverno freeddo del 1973
- Il concerto dei consumatori (parzialmente in "L'Avanti" del 10-2-1974)

Copertina: "Davif".
Disegno di copertina: "Città futura".

LETTERA A ANNA

A. B. OLIVO - LETTERA A ANNA
(TraccEdizioni - Novembre 1987 - 64pp.)

















A. B. Olivo, operaio e scrittore, già autore di "Un Uomo a Rapporto" (Centro Documentazione di Pistoia, 1977), compone Lettera a Anna nel 1985, pubblicato dalle anarchiche TraccEdizioni due anni dopo. Il libro, diretto alla figlia, è il racconto feroce e senza maschere di tutta una vita e rievoca delusioni, rabbie, fallimenti e speranze disattese.

Con una lettera di Pino Bertelli.
In copertina: foto di Pino Bertelli.

LA PRIMAVERA DI LISBONA

BRUNO CRIMI  & ULIANO LUCAS - LA PRIMAVERA DI LISBONA
Anno primo della rivoluzione
(Vallecchi - Maggio 1975 - 236pp.)


















La Primavera di Lisbona (Vallecchi, 1975) racconta la rivoluzione portoghese "dei garofani" dell'Aprile '74 attraverso le cronache di Bruno Crimi, giornalista esperto di Terzo mondo e lotte africane di indopendenza, e gli scatti del fotografo Uliano Lucas.
Scritto tra Lisbona e Parigi dall'Aprile 1974 al Marzo dell'anno successivo, il libro ripercorre le tappe politiche che portarono alla liberazione dalla dittatura che aveva oppresso il paese per quasi un trentennio, i rapporti con le colonie Angola e Guinea Bissau  e analizza le prospettive della neonata democrazia portoghese.

Sommario:
- Parte prima: L'Anno Zero
- Parte seconda: Le Prospettive
- Documentazione fotografica

Grafica: Davide Danti.

Con 96 pagine di fotografie b/n.

FOTOTESSERE DEL DELIRIO URBANO

ANTONIO VENEZIANI - FOTOTESSERE DEL DELIRIO URBANO
(C.I.D.S. Edizioni - 1983 - 96pp.)


















36 brevissimi racconti compongono Fototessere del Delirio Urbano, un'opera del poeta e saggista Antonio Veneziani, istantanee poetiche, sensuali e notturne, dove i protagonisti sono i corpi e gli odori di una fauna che vive ai margini, tra ebbrezza e disperazione quotidiana.

Sommario:
- Prefazione (Francesco Italiani)
- Fototessere del delirio urbano
- Nota (Tinto Brass)

Formato 17x11 cm.

Il libro è stato ristampato nel 1992 da Il Segnale e, più recentemente, da Hacca (2009). La nuova edizione contiene dei nuovi interventi (Andrea Caterini, Carmine Amoroso, Maurizio Ceccato) e le prefazioni alla seconda edizione del '92.

Elenco OPAC delle biblioteche con questo libro.

LE MANI ROSSE SULLE FORZE ARMATE

GUIDO GIANNETTINI  & PINO RAUTI - 
LE MANI ROSSE SULLE FORZE ARMATE
(Savelli - Attualità politica  008 - Gennaio 1975 - 128pp.)


















Le Mani Rosse sulle Forze Armate, di Guido Giannettini e Pino Rauti, è un'opera sulla ristrutturazione dell'esercito in funzione antidemocratica pubblicata per la prima volta nel 1966, commissionata dai settori più reazionari dell'esercito, destinata ad uso interno e più tardi tolto dalla circolazione nel timore che lo stesso testo potesse produrre l'effetto contrario a quello che si proponeva e creare un'opposizione democratica al progetto.
Savelli lo ripubblicò nel 1975 presentandolo come una prova dei legami tra il giornalista/agente segreto Guido Giannettini (all'epoca sotto processo a Catanzaro per la strage di Piazza Fontana), il S.I.D. e i vertici delle Forze Armate.

Sommario:
- Nota degli autori (La commissione PID di Lotta Continua)
- Saggio introduttivo (L. Salatiello, E. Beltrametti, T. Bottiglioni, PID di L.C.)
- Le mani rosse sulle forze armate

Copertina: "Davif".
Illustrazione: Manifesto di propaganda elettorale della D.C., 1948.

ALTO LA'! CHI VA LA'?

ALTO LA'! CHI VA LA'? - a cura di Gerardo Orsini e Peppino Ortoleva
Sentinelle o disfattisti?
(Ed. Cooperativa Giornalisti Lotta Continua - Settembre 1977 - 256pp.)


















Alto Là! Chi va Là (Lotta Continua, 1977, andato in stampa nei giorni del convegno bolognese contro la repressione), segue giorno per giorno l'acceso dibattito sugli intellettuali, il loro ruolo, sul consenso e dissenso verso lo stato. Di questa polemica, che invase le pagine della stampa italiana, il libro riprende tutti gli interventi dai quotidiani Lotta Continua e L'Unità, più una cospicua scelta di articoli e inteviste da altre testate (Espresso, Panorama, La Stampa etc.).

Sommario:
- Introduzione (Gerardo Orsini e Peppino Ortoleva)
Parte prima
- La sentinella e il disfattista
- Garanzie costituzionali e legislazione di emergenza
Parte seconda
- Dopo l'appello di Sartre: repressione e dissenso nel regime...
- Il tranviere di Fortini
- Visitate la città più libera d'Europa
- Sui francesi, la repressione e altre cose
- Le riviste e qualche libro

Interventi di: Giorgio Amendola, Alberto Asor Rosa, Aut-Aut, Nicola Badaloni, Nanni Balestrini, Pietro Barcellona, Franco Berardi, Giorgio Bertani, Norberto Bobbio, Angelo Bolaffi, Luca Boneschi, Pietro Bonfiglioli, Paolo Brogi, Sandro Canestrini, Romano Canosa, Carlo Cassola, Controinformazione, Gianni Corbi, L. Cusani, Biagio De Giovanni, Oreste del Buono, Umberto Eco, Elvio Fachinelli, Franco Ferrarotti, Franco Fortini, Dom Franzoni, Alessandro Galante Garrone, G. Giorgieri, Felix Guattari, Roberto Guiducci, Giovanni Jervis, Serge July, Tina Lagostena Bassi, Gad Lerner, Lucio Lombardo Radice, Lotta Continua, Maria Antonietta Macciocchi, Marxiana, Alberto Moravia, Oskar Negt, Ombre Rosse, Renzo Paris, Valentino Parlato, Angelo Pasquini, Andrea Pazienza, Antonio Prete, Primo Maggio, Quaderni del Territorio, Nino Recupero, Aldo Rovatti, Roberto Roversi, Edoardo Sanguinetti, Gianni Scalia, Jean paul Sartre, Leonardo Sciascia, Saverio Senese, Ugo Spagnoli, Paolo Spriano, Federico Stame, Giuseppe Tamburrano, Sebastiano Timpanaro, Aldo Tortorella, Agostino Viviani, Federico Volpi, Renato Zangheri

Articoli (tutti del 1977) da: Lotta Continua (dal 5 Luglio al 15 Settembre), La Stampa (dal 9 Giugno al 27 Luglio), Unità (dal 6 Luglio all'11 Agosto), Il Manifesto (dal 9 al 24 Luglio), Linus (Agosto), L'Espresso, Rinascita, Panorama.

Disegni di Vincino, Pablo Echaurren, Jacopo Fo, Carlo Cagni, Altan e Alfredo Chiappori.

CANZONI DI UN ANNO

GIAMPIERO BIGAZZI - CANZONI DI UN ANNO
(Canzoniere del Valdarno / Carte Rosse - Luglio 1975 - 48pp.)


















Giampiero Bigazzi firma Canzoni di un Anno, antologia di testi del Canzoniere del Valdarno, un gruppo folk dell'area di Unità Proletaria (poi PdUP), con un repertorio di brani originali e riproposizioni di canti popolari toscani. Il libretto, coprodotto nel 1975 dal Canzoniere e dalla rivista Carte Rosse, raccoglie i testi di sedici canzoni inedite più la tradizionale "Battan l'Otto".
Un paio d'anni più tardi, nel 1977 il Canzoniere del Valdarno pubblicherà il primo lavoro discografico, "Cade l'Uliva" dando vita allo storico marchio Materiali Sonori (parte della cooperativa La Centrale), tuttora in attività.

Sommario:
- nota (g.p.b.)
- Canzoni di un anno o di Sempre (Gennaio 1975, Nicola Pagallo)
- Canzoni di un anno
- nota (Maggio 1975, g.p.b.)
- Iniziative a cui il Canzoniere del Valdarno ha partecipato

Suppl a "Fogli di Informazione"
aut. trib. di Pistoia
dir. resp. Daniele Protti

DROGA DI CLASSE

PINO BIANCO - DROGA DI CLASSE
Il traffico di stupefacenti dall'assassinio di Tiffany all'arresto di Torri
(Nuova Sinistra - Samonà e Savelli - Controinchiesta - 1972 - 104pp.)


















Controinchiesta del compianto giornalista Pino Bianco, Droga di Classe (Savelli 1972) indaga sullo scandalo romano del "Number One", il locale notturno frequentato dal jet set e base di traffici di cocaina, ricostruendo una vicenda ambigua che coinvolse personaggi del mondo dello spettacolo (Walter Chiari e Lelio Luttazzi), della "dolce vita", personaggi "intoccabili" (Guido Carli, Gianni Agnelli) e diverse morti sospette: Taliha Pol, Tiffany (modelle) e il produttore Bino Cicogna. Il libro di Bianco mette in scena il peggio di una borghesia romana persa tra noia, protezioni altolocate e malavita.

Sommario:

- Prima Porta
- La cocaina
- Cronaca di uno scandalo romano
- I grossi nomi
- L'uomo che sa
- Eroina: una droga per morire
- Talitha: rosa e nero
- La perizia scomparsa
- Un'indagine sospetta
- Le conigliette di Pucci
- Il produttore non ride più
- Bino e la portaerei
- La fauna di "Rome-by-night"
- Un colpo di fucile
- Sulle gelide rive di un lago
- Le comparse
- Dizionario di droghe e drogati

Copertina: Sergio Barletta.

Foto in bianco e nero.

CONQUISTIAMO IL POTERE DI STAR BENE


COLLETTIVO PER IL SALARIO CONTRO IL LAVORO DOMESTICO - CONQUISTIAMO IL POTERE DI STAR BENE 
(stampa CLUEP Padova - Febbraio 1977 - 84pp.)





















Conquistiamo il Potere di Star Bene, curato dal Collettivo per il Salario Contro il Lavoro Domestico di San Donà, è una guida per le donne sull'autogestione della propria salute, con particolare attenzione a sessualità e contraccezione. Il libro si basa sulle pratiche di "self-help" dei gruppi femministi degli anni '70, che mettevano in discussione tutti gli aspetti del ruolo femminile, rifiutando il potere dell'istituzione medica.

Sommario:
- L'uso capitalistico del nostro corpo
- Anatomia e fisiologia dell'apparato genitale femmnile
- Sessualità e contraccezione
- La contraccezione
- Indice

Formato 23x16 cm.

FIORI NEL SANGUE

DEAN LATIMER & JEFF GOLDBERG - FIORI NEL SANGUE
Storia americana dell'oppio...
(Cesco Ciapanna Editore - 1983 - 224pp)

















Fiori nel Sangue, saggio sull'oppio di Dean Latimer e Jeff Goldberg della rivista americana High Times, traccia la storia di questa sostanza, attraverso una ricchissima documentazione (da Omero alla repressione nei tempi moderni, passando per le guerre cinesi dell'oppio, epidemie nella Gran Bretagna dell'800, l'eroina Bayer, etc.), affrontando le tematiche mediche e legislative da un'ottica antiproibizionista.
L'edizione italiana, edita da Cesco Ciapanna, è tradotta da Luca Gerosa, già autore del famoso Campa Cavallo che l'Erba Cresce (Re Nudo, 1976).

Sommario:
- La medicina personale di Dio (Wiliam Burroughs)
- Prefazione
- Capitolo 1: Le leggende 
- Capitolo 2: Le droghe del bene e del male
- Capitolo 3: La pietra dell'immortalità
- Capitolo 4: L'esperienza britannica 
- Capitolo 5: I sognatori
- Capitolo 6: La Cina e le guerre dell'oppio
- Capitolo 7: L'Afyon americano
- Capitolo 8: Lo spreco nervoso
- Capitolo 9: Il pericolo giallo
- Capitolo 10: Il padre delle leggi antidroga americane
- Capitolo 11: I ragazzi dell'eroina
- Capitolo 12: La cura
- Epilogo: Il traffico
- Indice analitico 

Titolo originale: "Flowers in the Blood" (Franklin Watts Publisher, 1981)
Traduzione: Luca Gerosa.
Impaginazione: Ginfranco Raimondi.

Immagini in bianco e nero.

Formato 24x17 cm.

FOEMINA STRIPS

FOEMINA STRIPS -  a cura di Marco Giovannini
Antologia di fumetti femministi americani
(Savelli - Cultura politica 226 - Aprile 1979 - 128pp)

















Marco Giovannini, critico del fumetto, nel 1979 cura Femina Strips per le edizioni Savelli, una antologia di comics femministi dall'America.
Agli inizi degli anni '70, sulle orme dei più famosi Crumb e compagnia, una ventina di autrici si sono affacciate alla ribalta della scena underground, pubblicate su una manciata di testate gestite da sole autrici: "Wimmen's Comix", "Tits & Clits" etc., alle prese con fantasie sessuali, sogni di rivalsa sul genere maschile e ricerca degli archetipi di rivolta femminile.
Anche l'Europa conobbe una produzione di questo tipo, esteticamente più ricercata ed intellettuale - su tutti da citare il francese "Ah Nanà" e l'italiano Strix (su entrambi troviamo Cecilia Capuna).
Tra le esponenti più note e più dotate ricordiamo Trina Robbins, Melinda Gebbie, Kathy Millet; il valore di questi fumetti comunque va ricercato non tanto nel loro lato estetico (spesso volutamente trascurato), quanto nella immaginazione fantastica, la tensione dissacrante e l'irriducibilità alle regole morali dell'America conformista.

Sommario:
- Ballbreakers (Anonima americana)
- Fumetta (Marco Giovannini)
- Capitolo 1: L'epico (1974-1976)
- Capitolo 2: Il quotidiano (1972-1977)
- Capitolo 3: Il Fantastico (1974-1977)

Fumetti di: 
Terry Richards, Petchesky, Roberta Gregory, Trina Robbins, Sharon Rudhalll Aline Kominsky, Michelle Jurras, Barb Brown & Sharon Banks, Cory, Anonima americana, Lora Fountain, Casserine Grenier, Lee Marrs & Joyce Farmer, Shelby Sampson, Clothilde, Kathy Millet, Melinda Gebbie, Joey Epstein

tratti da:
"Incredible Facts of Life" (1972), "Wimmen's Comix" (1973-1976), "Fight Girl Comix" (1974), "Barbarian Woman Comics" (1975), "Bizarre Sex" (1975), "Dynamite Damsels" (1976), "Tits & Clits Comics" (1977), "Frescazizis" (1977) 

Traduzione: Paola Zanuttini.
Lettering: Nano.
Copertina: "Davif" - Illustrazione di Trina Robbins da "Fight Girl Comics" n. 2.

"Il pane e le rose" 
pubblicazione settimanale di cultura, politica e attualità varia
Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 17576 del 24-2-1979
Direttore responsabile: Luigi Manconi

Formato 27x18,5 cm.

VIA IL REGIME DELLA FORCHETTA

a cura di Dino G. Audino e Giuseppe Vittori
VIA IL REGIME DELLA FORCHETTA
Autobiografia del PCI nei primi anni '50 attraverso i manifesti...
(Savelli - Illustrati 016 - Maggio 1976 - 80pp)

















La documentazione grafica presentata in Via il Regime della Forchetta (Savelli, 1976), testimonia la comunicazione del Partito Comunista Italiano nel dopoguerra, ancora profondamente subordinato all'URSS e stalinista; Il libro si propone di ricostruire, attraverso i manifesti elettorali e la loro mitologia propagandistica - ora satirica, ora retorica - il racconto di quel periodo cruciale nella vita del PCI e dell'Italia.

Sommario:
- Alcune note su PCI e DC dal 1948 al 1953 (Marcello Flores)
- La fiaba "manifesta" (Arturo Carlo Quintavalle)
- sezione iconografica 

Impaginazione: Dino G. Audino e Giuseppe Vittori.

Formato 30x30 cm.

BASTA MORIRE DI EROINA

ENZO CATANIA - BASTA MORIRE DI EROINA
(Mastrogiacomo - Images 70 - In diretta 1 - Maggio 1979 - 144pp.)

















Enzo Catania, giornalista del settimanale "Tempo" e già autore di un altro libro sul tema ("L'Industria della Droga" - Marsilio '73), firma Basta Morire di Eroina, una inchiesta pubblicata da Mastrogiacomo nel 1979, in piena escalation di tossicomania e morti da eroina. Il libro affronta l'argomento esaminandone i vari aspetti: medico, legislativo, sociale etc., raccogliendo testimonianze di consumatori e familiari, operatori del settore (prevenzione e recupero), magistrati e sociologi.

Sommario:
- Una spirale
- Perchè? Perchè?
- Tra le stellette che noi portiamo
- Tra le sbarre per imparar
- Viaggi da "desesperados"
- Il drogato "disturba, l'ospedale non lo vuole
- Il primo vagito con l'eroina in corpo
- In nome della legge è il caos
- Al di là della legge, ecco gli affari
- Prevenzione: fin dall'asilo?
- In marcia per la vita
- "Controcanto" al magnetofono
- "Innovazioni", "Mercato nero", "Legalizzazione"
- Dove e come
- Il vocabolario della droga
- Drug: just an italian problem?

Hanno collaborato a questo volume: Maurizio Acquarone, Adolfo Maffei, Renzo Magosso, Giuseppe Pinasi, Gabriella Chinnici, Cristiana D'Alanno, Giovanna Rossi, Tina Scaravilli, Luisella Seveso, Uliano Lucas, Antonio Mantegazza, Mario Taito.
Oltre a immagini di repertorio, compaiono foto di Alain Logues e Ron Laytner.

Foto in bianco e nero.

Formato 19,5x19,5 cm.

Elenco OPAC delle biblioteche con questo libro .

L'ACQUA IN GABBIA

FLORA BOCCIO & ANTONIA TORCHI - L'ACQUA IN GABBIA
Voci di donne dentro il sindacato
(La Salamandra - Il vaso di Pandora 11 - Giugno 1979 - 224pp.)


















Flora Bocchio (sindacalista) e la giornalista Antonia Torchi indagano sul rapporto tra donne e sindacato nell'Acqua in Gabbia, pubblicato da La Salamandra nel 1979. Il libro, attraverso testimonianze e documenti, analizza il conflitto nato dalle tematiche femministe (scoperta del corpo, autocoscienza, salute, visione antiautioritaria) e il loro conflitto con le categorie politiche tradizionali, che comportavano percorsi obbligati all'interno di partiti, istituzioni e organizzazioni.

Sommario:
- Introduzione
- Parte prima: Tra sindacato e femminismo
- Parte seconda: Riflessioni sul politico
- Parte terza: I modi per dirsi
- Appendice (documenti 1976-1978*)

* Documenti:
- Dibattito al seminario sulla condizione della donna - Firenze 6/11-9-76.
- Ufficio Lavoratrici Federazione CGIL-CISL-UIL, Milano, Novembre 1976 
- Componenti Commissione Femminile CISL - Milano, 1976, sull'aborto
- Attivo delegate grandi gruppi, Milano Giugno 1977: occupazione femminile
- Intercategoriale di Torino: Tutti i disoccupati uguali..., Gennaio 1978
- Intercategoriale Torino, giugno 1978: 150 ore - salute donna: valutazioni
- Coordinamento Delegate Flm - Roma - Luglio 1978: Perchè diciamo no...
- Coordinamento delegate Flm, proposta per la discussione, Bergamo 1978 
- Intercategoriale Torino: Corso monografico 150 ore - salute donna, 1978
- Donne Flm zona Sempione Milano 1978: esperienza primo corso 150 ore
- Donne Flm zona Sempione Milano: Programma corso monografico 150 ore

FATE L'AMORE NON LA GUERRA

PIERO NOVELLI - FATE L'AMORE NON LA GUERRA
I capelloni
(Edizioni dell'Albero - I Radar 3 - 1967 - 176pp.)


















Fate L'Amore Non la Guerra di Piero Novelli, 1967, è uno tra i primissimi documenti sulla scena beat italiana.
L'inchiesta di Novelli, già organizzatore di una tavola rotonda sui capelloni presso la "Gazzetta del Popolo" torinese, è introdotta entusiasticamente da Fernanda Pivano e si concentra sul movimento beat di Roma e Torino (curiosamente ne ignora la componente milanese, vedi Mondo Beat, il Beatnick's Clan di Monza etc.), riportando versi e testimonizianze di alcuni nomi destinati più tardi a diventare famosi: Gianni Milano, Ivano Urban, Carlo Silvestro, Ulisse Benedetti (Beat 72) ma anche di anonimi ragazzi scelti tra i frequentatori di locali come il Piper. "Fate l'Amore..." indaga sui costumi dei capelloni (sessualità e uso di droghe, LSD in special modo) e sulle differenze tra beatnicks (sulla lunghezza d'onda dei provos e di altre realtà internazionali) e yé-yè, questi ultimi descritti come facili prede di un giovane consumismo abilmente sfruttato dai registi del business della "protesta" e da testate come "Big" e "Ragazza Pop". Vale la pena ricordare come il libro già citi un feroce e tristemente noto articolo anticapelloni di Paolo Bugialli sul "Corriere della Sera" al quale osarono replicare solo poche voci, tra queste quella di Elsa Morante.

Sommario:

- Prefazione (Fernanda Pivano)
- "Che colpa abbiamo noi"?
- Il dharma all'italiana
- Chitarre, blue-jeans e miliardi
- La musa lungochiomata
- Conclusione
- Glossario
- Bibliografia

DA QUANDO SON PARTITO MILITARE...

DA QUANDO SON PARTITO MILITARE... - a cura di Proletari in divisa
Lettere, documenti, testimonianze sulla naia e le lotte dei soldati
(Edizioni di Lotta Continua - Marzo 1973 - 224pp.)


















Questo libro, a cura di Proletari in Divisa, raccoglie testimonianze dirette sul servizio di leva, lettere, cronache delle lotte contro l'istituzione militare, l'isolamento dei soldati, la "fascistizzazione dello stato" e i legami allora strettissimi tra esercito ed estrema destra.
La sezione finale è dedicata ad una controinchiesta sulla tragica morte di sette alpini avvenuta in Val Venosta nel Febbraio 1972.

Sommario:

- Introduzione
- Cap. I - Gerarchia, disciplina, ideologia
- Cap. II - Un'arma che si sta spuntando
- Cap. III - Esercito di caserma
- Cap. IV - La lotta per il diritto alla vita
- Conclusioni
- Appendice - di naia si muore

Lettere e documenti da:
"Lotta continua" (da Marzo 1970 a Dicembre 1972)
"Mo che il tempo s'avvicina" (1971-1972)
"Proletari in divisa" (1970-1972)
"L'Opposizione nell'esercito" (Dicembre 1970)

Con foto e disegni in bianco e nero.

OBIEZIONE DI COSCIENZA

JEAN-PIERRE CATTELAIN - OBIEZIONE DI COSCIENZA
all'Esercito e allo Stato
(Celuc Libri - Cartine di tornasole 1 - Aprile 1976 - 204pp.)


















Obiezione di Coscienza di Jean Pierre Cattelain (Celuc 1976) ricostruisce una storia del rifiuto al servizio militare e traccia tendenze e prospettive per una difesa civile nel tentativo di inscrivere le lotte antimilitariste in più generale rifiuto dello Stato e le sue istituzioni.
L'edizione italiana, curata dall'insegnante Antonino Drago, è integrata da un'appendice di documenti italiani, una nutrita bibliografia e una guida tecnica all'obiezione a cura della LOCoscienza di Milano.

Sommario:
- Prefazione all'edizione italiana (Antonino Drago)
- Introduzione
- 1. La coscienza cristiana e la ragione di stato
- 2. Dalla schiavitù volontaria alla disobbedienza civile
- 3. Il riconoscimento legale dell'obiezione di coscienza
- 4. La legge per gli obiettori al servizio militare
- 5. Le attuali tendenze dell'obiezione di coscienza
- 6. Le altre forme di obiezione all'istituzione militare
- 7. L'obiezione di coscienza al "disordine stabilito"
- 8. L'obiezione di coscienza: dal modello al'immaginazione
- 9. Le condizioni per una difesa civile nonviolenta
- 10. Conclusione
- Appendice*

* Documenti di Luca Taddei, Massimo Valpiana, Giovanni Avesani, Dalmazio Bertulessi, Vincenzo Rizzitiello, Antonino Drago bibliografia, Guida tecnica all'obiezione di coscienza a cura della LOC milanese.  

Traduzione di Ezio Polizzi.

LA STORIA DELLA LOTTA PER LA CASA

ARMANDO CESTE + GIANFRANCO TORRI
LA STORIA DELLA LOTTA PER LA CASA
(Soffitte, pensioni, ci vadano i padroni)
(Savelli - Illustrati 012 - Dicembre 1975 - 36pp + 4 fogli di figurine)











La Storia delle Lotte per la Casa (Savelli, 1975) è libro a fumetti che nasce dall'esigenza di spiegare ai bambini la realtà e i problemi quotidiani in forma ludica. Il volume propone anche un gioco a punti con figurine da incollare. 

Sommario:
- Presentazione (Franco Platania)
- Domande e risposte
- Età primitiva
- Regime della schiavitù
- Regime feudale
- Figurine a 4 colori!
- Nascita dell'industria
- Ai nostri giorni...
- Lotta per la casa
- Indice delle figurine rosse

Impaginazione e grafica: Ceste e Torri.

Formato 30x30 cm.

ITALIA SPRAY

PINO MARCHI - ITALIAN SPRAY 
Storia dell'ultima Italia scritta sui muri
(Vallecchi - fuori commercio- IIa edizione Febbraio 1992 - 176pp.)

















Seconda edizione di Italia Spray, con oltre 2000 scritte dai muri delle principali città italiane e circa 280 foto in bianco e nero; il repertorio del volume di Pino Marchi, uscito nel 1977, è prevalentemente politico ma non mancano le scritte a tema sessuale o sportivo.

Il libro è stato ripubblicato in versione aggiornata nel 2007 da Protagon.

Formato 24x16,5 cm.

COMPRA O MUORI

COMPRA O MUORI  -  a cura di Fricchetti
La produzione discografica indipendente italiana 
(Stampa Alternativa - Sconcerto - Febbraio 1983 - 128pp.)

















Curato da Luciano Trevisan (Fricchetti) e patrocinato da Arci Kids, Compra o Muori documenta storia, produzioni e sviluppi della produzione discografica indipendente italiana. Artisti, cataloghi e contatti di tutte le etichette della scena alternativa: new wave, punk, blues, jazz, folk, etc. (Italian Records, Orchestra, Materiali Sonori, Great Complotto e tante altre). Il libro comprende anche sezioni sulla produzione su cassetta, il punk a Milano e la musica "di destra".

Contributi di: 
Luciano Trevisan (aka Fricchetti), Giacomo Mazzone, Al Aprile, Pierfrancesco Pacoda, Guido Rumor, Fabio Malagnini, Maurizio Della Nave, Stefano Cristante, Paolo Bertrando, Giampiero Bigazzi, Giandomenico Curi, Trinciato Forte Records, Francesco Maria Carlà, Meccano Records, Mask Production, Electric Eye Records, Gigi Marinini, Vittore Baroni, Andrea Del Favero, Daniele Umberto, Espansione Gask, Roberto Antoni, Rosa Ross.

Copertina e immagini: Piermario Ciani. 

"SCONCERTO - Pubblicazione periodica 
Registrato presso il Tribunale di Roma 
Anno II n. 3 Febbraio 1983
Direttore responsabile Marcello Baraghini"

Formato 21x16 cm.

Dall'archivio di Loris "Agonia" Solieri.

DAGLI APPENNINI A PIAZZA NAVONA

DAGLI APPENNINI A PIAZZA NAVONA / DA PIAZZA NAVONA AGLI APPENNINI - Graffiti italiani di MARCO BUCCIARELLI, a cura di "Zappatori senza padroni G. Winstanley - La terra a chi la lavora"
(Stampa Alternativa - Equilibri - 1982 - 128pp.)

















Dagli Appennini a Piazza Navona / Da Piazza Navona agli Appennini (Stampa Alternativa 1982) racconta storia, cronache e disavventure degli "Zappatori Senza Padroni", gli abitanti della Valle dell'Acquacheta (sul confine tra le provincie di Forlì e Firenze), che nel 1977 occuparono case abbandonate e terreni incolti per realizzare una comune agricola. Il libro (bifronte) raccoglie una documentazione cronologica sulle lotte degli Zappatori, una breve storia della valle, disegni, fotografie e biografie degli occupanti.

"Il materiale è stato raccolto dal "Collettivo Zappatori senza padroni G. Winstanley - La terra a chi la lavora", dal gruppo Acquacheta Yoga", e da alcuni soci delle cooperative "Acquacheta Libera" e "Le Cortecce". Eolo e Marcello hanno battuto a macchina, corretto, impaginato, tagliato (purtroppo), sofferto, per far venire alla luce l'opera. Emanuela ha disegnato le due splendide copertine".

Links di approfondimento sugli "Zappatori": 

Dagli Appennini a Piazza Navona / Da Piazza Navona agli Appennini 
I semi dell'Acquacheta  
Parco culturale dell'Acquacheta 

Formato 21x15,5 cm.

Dall'archivio di Loris "Agonia" Solieri.

L'AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA IN ITALIA

AA. VV. L'AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA IN ITALIA
(Mazzotta - Nuova informazione 10 - Maggio 1974 - 200pp.)

















Ad un anno dal Convegno su L'Amministrazione della Giustizia in Italia, tenuto all'Università Statale di Milano nel 1973, Mazzotta pubblica un volume con le trascrizioni delle relazioni presentate da magistrati, avvocati e collettivi politici. Al convegno aderirono, tra gli altri, Magistratura Democratica, Partito Socialista e Movimento Studentesco.

Sommario:
- Premessa editoriale (Milano, Maggio 1974)
- Introduzione al dibattito (Marco Janni)
- Funzione dell'apparato giudiziario... (Salvatore Senese)
- Assetto istituzionale della magistratura e condizionamenti... (Livio Pepino)
- Politica e processo penale (Gaetano Pecorella)
- Il processo come strumento di repressione politica (Luca Boneschi)
- La repressione a Torino dal dopoguerra ad oggi (Bianca Guidetti Serra)
- L'attacco alle libertà democratiche borghesi... (Mario Capanna)
- Il banditismo in Sardegna (Movimento Studentesco di Sassari)
- La repressione all'interno della magistratura (Giangiulio Ambrosini)
- La funzione ideologica del giudice di sorveglianza (Vincenzo Accattatis)
- Il diritto all'abitazione (Comitato di Lotta alla repressione - Milano)
- L'amministrazione della giustizia in Emilia (Collettivo Politico-Giuridico BO)
- Ideologia fascista nelle decisioni della giurisprudenza... (Domenico Pulitanò)
- Magistratura e conflitti di lavoro (Romano Canosa)
- Autonomia sindacale e costituzione repubblicana (Alberto Bellocchio)
- Lotte sindacali, leggi dello stato... (Arialdo Banfi)
- I praticanti procuratori (Massimo Monaco)
- La repressione contro i magistrati democratici... (Soccorso Rosso di L.C.)
- Libertà personale e attività di polizia (Edmondo Bruti Liberati)
- Gli articoli 13 e 27 della Costituzione (Gaetano Assante)
- Mozione finale

Formato 19x11,5 cm.

ENERGIA ALTERNATIVA

ENRICO TEDESCHI - ENERGIA ALTERNATIVA
Tecnologia alternativa comunitaria
(Savelli - Controcultura super/2 - Giugno 1978 - 64pp.)

















Energia Alternativa, parte della collana "controcultura" di Stampa Alternativa (Savelli 1978) è un manuale sull'uso alternativo ed ecologico di tutte le fonti di energia (solare, eolica, idrica etc.), con esempi pratici e corredato da numerose illustrazioni. Decenni prima che l'energia pulita diventasse un business ed una moda, i settori più avanzati della controcultura lanciavano proposte concrete in controtendenza allo sfruttamento irresponsabile delle risorse e all'inquinamento.

Supplemento a Stampa Alternativa, reg. Tribunale di Roma n. 14276 del 24-12-1972, direttore responsabile Marcello Baraghini. 

Formato 30,5x21 cm.

MI RITORNI IN MENTE

MI RITORNI IN MENTE
In viaggio tra ricordi e feticci della musica pop a Genova 1977-1997
(Edizioni Corigraf - L'arte della pubblicità - Dicembre 1997 - 48pp.)

















Mi Ritorni in Mente, catalogo di una interessante mostra organizzata dal Comune di Genova alla fine del 1997, è la storia di venti anni di musica a Genova (1977-1997) attraverso il lavoro di grafici, fotografi e musicisti. Il libro riproduce quasi un centinaio di locandine e manifesti di eventi e concerti dall'underground ai grandi nomi del rock (Sprigsteen, Sting, Zappa etc.), documentando i fermenti di una città vitale e ricca di iniziative artistiche; tra i protagonisti il fotografo Alberto Terrile, i Dirty Actions (gruppo new wave e diviso tra musica, fumetto e grafica), A.G. Fronzoni, Bob Quadrelli, Roberto Agus e tanti altri.

Sommario:
- Premessa (Archivio storico della publicità)
- Colori di una stagione, lunga venti anni (Renato Tortarolo)
- Popular music a Genova: una storia di intrecci (Guido Festinese)
- Suoni a macchie e immagoni percussive (Ferrruccio Giromini)
- Genova per noi: suoni e immagini nella cottà (Maria Teresa Storti)
- Musica e immagini. Dai primi videoclip alle Voci Atroci (Daniela Pellegrini)
- Una confezione per il cd (Valeria Bucchetti)

Galleria Multimediale, Centro della Creatività, Palazzo Ducale Genova 
14 Novembre-19 Dicembre 2007
Promossa dal Comune di Genova assessorato politiche giovanili
Progetto e realizzazione Corigraf
Le annotazioni critiche sulle immagini sono di Alberto Festinese.

L'Arte della pubblicità - Quaderni dell'Archivio storico della pubblicità
a cura di Anna Zunino e Francesco Calaminici.

Formato 16,5x16 cm.

Dall'archivio di Alberto Terrile.

Elenco OPAC delle biblioteche con questo libro.

COME ERAVAMO

COME ERAVAMO - a cura di Adriano Mordenti
Documenti fotografici per una storia delle lotte studentesche a Roma
(Savelli - Illustrati 009 - Ottobre 1975 - 96pp.)

















Fotostoria delle lotte degli studenti romani negli anni cruciali che vanno dal 1968 al 1972 nelle fotografie - alcune diventate celebri - realizzate da Adriano Mordenti e Massimo Vergari. Le immagini, frutto di una appassionata partecipazione, documentano le tante manifestazioni, occupazioni universitarie, provocazioni fasciste, barricate e alcuni volti noti (Oreste Scalzone, Pietro Valpreda, Giorgio Almirante, Victor Cavallo): "Una sorta di ricerca della rivoluzione perduta e, insieme, un contributo alla conservazione di un'esperienza decisiva per una generazione".

Sommario:
- Breve storia della contestazione (Rosanna Fiocchetto)
- foto (Adriano Mordenti a Massimo Vergari)

Copertina: "Davif".
Impaginazione: Adriano Mordenti.

Formato 30x21,5 cm.

ANDARE IN ORIENTE

Stampa Alternativa - ANDARE IN ORIENTE
(Savelli - Controcultura 15 - Novembre 1976 - 192pp.)


















Nel 1976 Stampa Alternativa pubblica, con l'editore Savelli, Andare in Oriente; non un aggiornamento del classico Andare in India ma una traduzione della guida inglese "Overland to India & Australia" del BIT information Service di Londra. Il libro prende in considerazione tutti gli aspetti del viaggio (trasporti, luoghi da vedere  o da evitare, mangiare, alloggio, denaro), inclusi quelli legali (dogana, visti ed eventuali arresti per possesso di droghe).

Sommario:
- Informazioni generali
- Il viaggio paese per paese
- BIT Information Service

Traduzione: Donatella, Amedeo e Flavio
Copertina: Simone

Supplemento a Stampa Alternativa, reg. Tribunale di Roma n. 14276 del 24-12-1972, direttore responsabile Marcello Baraghini.